a raffica

Una ragazza si confida con un suo amico:

– Sai io amo tantissimo il mio ragazzo, ma sono una tipa molto volatile e mi è capitato di tradirlo con il giardiniere… E l’amico:

– Semmai si dice volubile…

E lei:

– Ah si… Sai lo amo tantissimo il mio ragazzo, però mi è capitato e l’ho tradito anche con un ragazzo in vacanza… sai io sono una tipa volatile…

– Anche in vacanza?!? Ma si dice volubile!!!

E lei continua:

– Ah si, scusa… volubile… Però ti devo giurare che io il mio ragazzo lo amo tantissimo ma sai… giorni fa… non so come… mi è capitato e l’ho tradito con il mio professore! Non so com’è successo, forse perchè sono una ragazza molto… com’è che si dice quella parola? E l’amico:

– Troia… si dice troia!

 

 

– Papà, è vero? Ho sentito che in certi paesi in Africa un uomo non conosce la propria moglie finchè non la sposa…

– Succede in tutti i paesi, figliolo!

 

 

Una signora si reca dal medico di famiglia con gli occhi pesti e il corpo ricoperto di lividi. Davanti al dottore ammette che le lesioni sono state provocate dal marito. E questi le dice:

– Mah, pensavo che suo marito fosse fuori per lavoro!

– Ehh… anch’io lo pensavo…

 

 

Dopo l’operazione un paziente, svegliandosi dall’anestesia, apre gli occhi e chiede:

– Dottore com’è andata l’operazione?

– Non tanto bene… io sono San Pietro!

a rafficaultima modifica: 2008-04-01T16:30:00+00:00da mentreaspetti
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “a raffica

Lascia un commento